Il suo cane muore, il bimbo gli scrive tutti i giorni. E un giorno ottiene una risposta

Luke e Moe
Quando Moe, il Beagle di famiglia, è morto all'età di 13 anni ha lasciato nello sconforto Luke, il cucciolo di casa che di anni ne ha tre e mezzo. Il bambino si è ritrovato a chiedere spesso alla mamma dove fosse il cane e se stesse tornando a casa. Un giorno Luke ha chiesto a sua madre, Mary, se poteva aiutarlo a scrivere una lettera a Moe, e questo è diventato una sorta di rituale per madre e figlio. Ogni giorno una lettera, che Luke e Mary andavano a imbucare alla cassetta postale vicino casa e che poi la mamma andava a ripescare prima del passaggio del postino. Il messaggio era sempre lo stesso: "Mi manchi, spero tu ti stia divertendo nel paradiso dei cani".

Un giorno, però, Mary ha dimenticato di tornare a prendere la lettera indirizzata a "Moe Westbrook, Nuvola Uno, Paradiso dei cani".



"Ho pensato che qualcuno all'ufficio postale l'avrebbe buttata via, non aveva neanche un francobollo", ha spiegato la mamma, che è rimasta sbalordita probabilmente più del figlio quando si è vista recapitare una lettera indirizzata a Luke e firmata da Moe in cui c'era scritto: "Sono nel paradiso dei cani. Gioco tutto il giorno. Sono felice. Grazie per essere stato mio amico. Ti voglio bene Luke".
 
Lunedì 14 Dicembre 2015 - Ultimo aggiornamento: 20-02-2016 19:10