Salva il delfino arenato in spiaggia, il video
diventa virale. Gli esperti: "non doveva farlo"

Salva il delfino arenato in spiaggia, il video
diventa virale. Gli esperti: "non doveva farlo"
Il video del salvataggio di un giovane delfino arenato su una spiaggia da parte di una guida turistica è diventato in pochi giorni virale, e non è difficile capire perché: Naude Dreyer, questo il nome della guida, rimette in mare il cucciolo riportandolo nelle acqua della Namibia. 

Ma mentre non vi è dubbio che il gesto non era altro che un tentativo di aiutare l'animale, alcuni si chiedono se l'uomo abbia fatto davvero la cosa giusta. Nel video si vede Dreyer prendere tra le braccia il delfino Benguela. Parlando a Fairfax Media, Naude ha spiegato che stava "solo facendo quello che era la cosa giusta da fare" prima di aggiungere "non potevo lasciarlo lì".

Ma le sue azioni nobili, che sono state viste milioni di volte online, vanno contro il parere fornito da molti enti di beneficenza di soccorso di animali marini. Secondo la britannica Divers Marine Life Rescue, si dovrebbero chiamare le autorità immediatamente prima di fare qualsiasi altra cosa. Di questo avviso molte altre associazioni, tra cui l'Istituto per gli Studi Mammiferi Marini, che spiega: "Se il delfino è ferito si potrebbero provocare ulteriori danni spostandolo. Potrebbe essere necessario tenerlo in posizione verticale, mantenendo lo sfiatatoio sopra l'acqua, non spingere l'animale di nuovo in acqua. Si prega di essere consapevoli del fatto che quando un animale è arenato, può essere malato. Si raccomanda di usare tutte le precauzioni per proteggersi da eventuali malattie infettive".

Ma Naude è fermamente convinto che le sue azioni su Paaltjies Beach, nei pressi di Walvis Bay, siano state corrette. "Non c'è un'autorità reale da queste parti che si occupi di questo. Le autorità avrebbero impiegato molto tempo ad arrivare", ha aggiunto.  
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 12 Giugno 2016 - Ultimo aggiornamento: 18:38
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti