Laurea falsa, l'ex primario deve restituire 484mila euro di stipendi

Andrea Stampini
BASSANO - È stato accusato di aver provocato durante il parto dei danni permanenti a un bimbo. Proprio da quell'episodio è partita un'indagine che ha portato la Corte dei conti di Trento a condannare il ginecologo Andrea Stampini a restituire gli stipendi ricevuti, mentre era primario del reparto di ginecologia di Riva del Garda, tra il 1985 e il 1998. Secondo quanto emerso dalle indagini l'uomo, ora in pensione, avrebbe falsificato sia la laurea che la specializzazione in ginecologia e per questo avrebbe percepito in modo indebito gli stipendi. La tesi dell'assenza di un titolo idoneo è stata accolta dalla Corte dei conti nonostante i difensori avessero sostenuto che l'attestato poteva essere stato smarrito. A condurre l'indagine è stato il Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Treviso guidato dal Tenente Colonnello Vincenzo Nicoletti. L'ex primario è stato condannato a pagare 484mila euro, a fronte di una richiesta di 788mila del pm. Ma nel frattempo altre Corti dei conti potrebbero muoversi per il periodo che l'uomo ha lavorato all'ospedale di Bassano e Dolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 10 Gennaio 2017 - Ultimo aggiornamento: 11-01-2017 19:51
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti