Antonio, 18 anni, ucciso con sei coltellate al petto. Era scomparso il 6 aprile nel Salernitano

Trovato morto Antonio, il 18enne scomparso da una settimana nel Salernitano
Antonio Alexander Pascuzzo, il 18enne scomparso da una settimana a Buonabitacolo, è stato ritrovato morto in una scarpata. Il corpo senza vita del ragazzo, originario del paese in provincia di Salerno, é stato rinvenuto in una zona nei pressi dello stadio comunale nel primo pomeriggio di oggi. Morte orribile. Il giovane è stato ucciso con diverse coltellate al petto, almeno sei, in una zona non molto lontana dal centro del piccolo paese del Vallo di Diano. Secondo quanto trapelato, la morte risalirebbe a circa tre giorni fa.
 


Il giovane era uscito da casa nella tarda serata di venerdì 6 aprile. Da allora se ne sono perse le tracce nonostante le frenetiche ricerche di forze dell'ordine e volontari. Antonio viveva a Buonabitacolo da qualche mese con il padre e lo zio dopo essere rientrato dal Perù dove attualmente vive la madre separata dal padre. Pascuzzo qualche tempo era finito in manette per spaccio di droga.

LEGGI ANCHE: 18enne scompare nel Salernitano: «Vado a comprare le sigarette» VIDEO

LEGGI ANCHE: Una fiaccolata per Antonio Pascuzzo a sette giorni dalla sua scomparsa. Resta il giallo a Buonabitacolo


Altre risposte potrebbero arrivare dall'autopsia che si terrà lunedì. Sul luogo dove è stato trovato il cadavere di Antonio hanno lavorato il capitano della Compagnia dei Carabinieri di Sala Consilina Davide Acquaviva, il medico legale e il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lagonegro Vittorio Russo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 14 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 15-04-2018 11:07
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti