Belgio, sindaco di Mouscron trovato decapitato nel cimitero cittadino

Sindaco belga trovato decapitato nel cimitero cittadino
Il sindaco di Mouscron, una città belga che si trova ai confini con la Francia, è stato trovato decapitato dalla moglie nel cimitero di Luingne di fronte alla loro abitazione. 

Alfred Gadenne di 71 anni era sindaco dal 2006 e, secondo quanto riferiscono diverse fonti locali, è stato assalito e ucciso alle ore 20. Il maggior sospettato è un giovane, Nathan Duponcheel di 19 anni, che avrebbe commesso il delitto per vendicarsi del licenziamento del padre che prestava servizio presso il comune della città e che si suicidò due anni fa per aver perso il lavoro.

Come ogni sera da più di 15 anni, Alfred Gadenne chiudeva le porte del cimitero, di cui era custode, e tornava a casa. Come ha confermato il procuratore Christian Henry, il sindaco è deceduto in loco quasi immediatamente. Per fare più chiarezza sulla vicenda è stata aperta un'inchiesta ed è stata compiuta nella notte l'autopsia sul corpo della vittima. 

Alfred Gadenne era membro del Centro Democratico Umanista partito del centro destra, l'antico Partito Socialista Cristiano. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 12 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 13:53
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti