Lascia la nipotina in macchina al caldo, muore bimba di 4 mesi: la nonna era convinta di averla portata al nido

Lascia la nipotina in macchina al caldo, muore bimba di 4 mesi: era convinta di averla portata al nido
Era convinta di aver lasciato la nipotina di quattro mesi all'asilo nido. In realtà la piccola non aveva mai lasciato l'abitacolo della macchina della nonna che, nel giro di poche ore, si è trasformata in una trappola di fuoco. È successo a Luther, in Oklahoma, dove la bimba è morta dopo aver trascorso l'intera giornata sul seggiolone dell'auto.

Venerdì la donna si era svegliata e si era immersa nella routine quotidiana: avrebbe dovuto accompagnare la nipotina all'asilo nido e poi andare al lavoro. Quella mattina, però, è andata dritta in ufficio, dimenticandosi della bambina. Di pomeriggio si è rimessa alla guida per andare a riprendere la piccola ma, una volta lì, le maestre le hanno detto che quella mattina la bimba non era mai arrivata. «A quel punto sono scattate le ricerche - ha raccontato Mark Opgrande, portavoce dello sceriffo di Oklahoma County - la neonata è stata trovata nel seggiolone sul sedile posteriore della vettura. I servizi di emergenza sono stati chiamati intorno alle 17.30: quando i vigili del fuoco sono arrivati sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso».

La nonna, il cui nome non è ancora stato reso noto, è stata portata in centrale ed è stata interrogata. «È sconvolta, è una situazione tragica - dice Opgrande - Tutti i giorni ricordiamo ai genitori di fare attenzione ai loro bambini, soprattutto con questo caldo. Queste cose non dovrebbero accadere, ma purtroppo le cronache ci dimostrano che non è impossibile». In un post su Facebook l'asilo ha dato l'annuncio della morte della piccola: «Un tragico incidente ha coinvolto uno dei nostri amati bambini. Vi chiedo di pregare per questa famiglia».

Ogni anno muoiono in media 37 bambini muoiono negli Stati Uniti dopo essere stati lasciati in auto, secondo le statistiche di “Kids and Cars”. Fino a oggi sono stati 29 i piccoli rimasti uccisi. «È il numero più alto fino a oggi - ha dichiarato Jan Null del Dipartimento di Scienze Meteorologiche e Climatiche alla San Jose State University - Nel luglio del 2010 i morti furono 28: alla fine dell'anno si contarono 49 vittime».




 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 6 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 07-08-2017 08:23
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti