Appalti: prescritti 15 capi imputazione

Appalti: prescritti 15 capi imputazione
A quasi otto anni dai fatti contestati e con il processo di primo grado ancora in corso, il Tribunale di Bari ha dichiarato la prescrizione di 15 dei 21 capi d'imputazione contestati a nove imputati - tra cui i fratelli Claudio e Gianpaolo Tarantini e l'ex dg della Asl di Bari, la leccese Lea Cosentino - nell'ambito di uno dei filoni su presunti appalti truccati e tangenti nella sanità pugliese. Il procedimento, in particolare, riguarda la gestione delle gare e delle trattative per l'acquisto di attrezzature e protesi sanitarie alla Asl di Bari tra il 2008 e il 2010.
Il processo, che tornerà in aula per la requisitoria dell'accusa il 16 maggio, proseguirà nei confronti di otto dei nove imputati (prosciolto per prescrizione l'imprenditore Antonio Pica, accusato di un episodio di truffa).
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 7 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:41