A 8 anni va a scuola in limousine, proteste dei genitori social

A 8 anni va a scuola in limousine, proteste dei genitori social
BARI - Una scena che ricorda molto da vicino quello che accadde ad Altamura qualche tempo fa, quando un bimba venne accompagnata a scuola in carrozza, "come una vera principessa". Questa volta invece a 8 anni una bimba barese ha trovato fuori ad attenderla nientemeno che una limousine, con tanto di autista, destinata a lei ad alcuni amichetti, per festeggiare il compleanno all'insegna dello sfarzo. La scena non è però passata inosservata.
«Cara Preside, oggi una limousine lunga 5 metri attendeva una bimba di 8 anni e solo alcuni dei suoi compagni di classe all'uscita dalla sua scuola pubblica, accanto al pulmino pubblico pagato dal Comune. Stasera toccherà a noi famiglie mettere una pezza, cercando di circostanziare il significato di quella bravata, riportando i nostri figli alla realtà. Tanto già lottiamo con il mito dei calciatori e dei ballerini di Amici, adesso dobbiamo solo aggiungere il mito della limousine per il compleanno di 8 anni...».
Sono alcune frasi che una mamma barese scrive su Facebook rivolgendosi alla dirigente scolastica della scuola, alle porte di Bari, frequentata dai suoi figli. «Lei - chiede la mamma alla preside - lo sapeva? Era d'accordo? Domani mi posso aspettare che girino una puntata di Beautiful o di Amici? Doveva vederli, gli sguardi dei bimbi stanchi, dopo 8 ore di scuola, increduli, curiosi e gelosi...E incapaci di interpretare quell'evento». Tra i commenti al post c'è chi è d'accordo con la mamma arrabbiata, e scrive di essere dispiaciuto «per la bimba, vittima innocente di un pericoloso oggi e ancor più dopo, cattivo esempio e insegnamento»; ma anche chi non condivide: «Se un genitore può permettersi di regalare un giorno così al suo bambino deve sempre essere messo alla gogna?». Quanto al ruolo della preside nella vicenda, sono in tanti a «non capire cosa c'entri» la dirigente scolastica, dal momento che tutto è accaduto «fuori dalla scuola». L'episodio ricorda quello della bambina di Altamura (Bari) che per la sua prima comunione arrivò in chiesa a bordo di una carrozza trainata da cavalli bianchi. Il caso fu segnalato dalla blogger Selvaggia Lucarelli e suscitò numerose polemiche sui socia
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 7 Febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento: 18:07