Ucciso in casa a calci e pugni, il corpo trovato dopo alcuni giorni

Ucciso in casa a calci e pugni, il corpo trovato dopo alcuni giorni
L’ultima volta era stato visto mercoledì sera, nel bar del paese a guardare una partita di Champions League. Poi più nulla. Rocco Desiante, 43 anni, originario di Gravina in Puglia, è stato trovato cadavere la scorsa notte nell’appartamento in cui viveva da qualche tempo a Castiglione di Cervia, in provincia di Ravenna. È stato ucciso: sul pavimento c’era molto sangue e l’ipotesi è che sia stato assassinato a mani nude, colpito con numerosi calci e pugni. L’assassino è molto probabilmente una persona che la vittima conosceva e che lui stesso ha fatto entrare. Nella casa non c’erano infatti segni di scasso e la porta d’ingresso era chiusa dall’interno: il killer se la sarebbe tirata dietro, lasciando il luogo del delitto. Ora le indagini scavano nella vita della vittima.
Desiante aveva lavorato fino a poco più di un mese fa in una pizzeria della zona, come stagionale, prima di mettersi in malattia. A trovare il corpo e a dare l’allarme è stato il proprietario dell’appartamento, che conosceva l’uomo e si era insospettito perché non aveva sue notizie da alcuni giorni. I vigili del fuoco hanno aperto la porta di casa e così è stato scoperto il delitto. Sul posto, per le indagini, i carabinieri.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 7 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:55