Confisca beni per 4,7 milioni a un pregiudicato
Dichiarava mille euro al mese

Confisca beni per 4,7 milioni a un pregiudicato
Dichiarava mille euro al mese
La Direzione Investigativa Antimafia di Bari ha confiscato beni per un valore di oltre 4 milioni 700mila euro al pregiudicato barlettano Cosimo Damiano Iodice, di 50 anni, già condannato per reati anche di estrema pericolosità sociale. Il provvedimento, che conferma quello di sequestro del 2015, è stato emesso dal Tribunale di Trani, ed ha interessato l'impresa di famiglia di Iodice, operante nel campo della produzione di abbigliamento, sette appartamenti, undici locali, un terreno e un lastrico solare, tutti a Barletta, quattro autovetture, diciassette rapporti bancari e il contenuto di due cassette di sicurezza, all'interno delle quali sono state rinvenute banconote per un totale di 436.800 euro.
L'indagine ha dimostrato che Iodice, a fronte di un reddito medio dichiarato di 12.800 euro annui, ha fatto nel tempo numerosissimi investimenti stimati in oltre 1,8 mln di euro, pagati anche con assegni circolari.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 27 Gennaio 2017 - Ultimo aggiornamento: 01-02-2017 13:25