Accusato di aver intascato i soldi dei ticket: arrestato dipendente Asl

La sede dell'Asl di Brindisi
Con l’accusa di truffa aggravata e continuata ai danni di ente pubblico e privati è stato arrestato e messo ai domiciliari dai carabinieri del Nas di Taranto un dipendente con funzioni amministrative del dipartimento di prevenzioni della Asl di Brindisi. L’uomo, Giuseppe De Lorenzis, incaricato delle procedure di rilascio di patenti, avrebbe falsificato le ricevute attestanti il pagamento dei ticket per prestazioni sanitarie e certificazioni medico-legali, consegnate agli utenti, appropriandosi delle somme che sarebbero state sottratte alle casse della Asl. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo si sarebbe appropriato di 22mila euro, relativi all’erogazione di 860 visite.

Il provvedimento restrittivo è stato disposto dal gip del Tribunale di Brindisi su richiesta della procura: secondo quanto emerso, con le presunte condotte illecite, agli utenti sarebbe stata preclusa sia la possibilità di accedere all’eventuale rimborso ticket in caso di mancata fruizione della prestazione medica, sia alla richiesta di rimborso Irpef nella dichiarazione dei redditi. Contestualmente all’arresto è stato eseguito un provvedimento di sequestro pari a 22mila euro. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 5 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 09:05