Il papà del portiere morto in incidente: «Basta odio verso chi guidava l’auto»

Il papà del portiere morto in incidente: «Basta odio verso chi guidava l’auto»
«Provo ancora molta rabbia dentro, ma perdono chi guidava l’auto che ha ucciso mio figlio, vi prego fatelo anche voi, il mio Antonio sarà contento così».
A parlare è Vito Ferrara, il papà di Antonio, il ragazzo manduriano vittima di un incidente stradale avvenuto sabato 10 giugno sulla Francavilla Fontana-San Vito dei Normanni. Dimostrando un coraggio e una bontà d’animo fuori dal comune, l’ex calciatore lancia così un appello agli amici di suo figlio al fine di spegnere il clima di odio che si sta abbattendo contro il conducente dell’auto. Il suo unico figlio non ancora diciassettenne, si trovava a bordo di un’Alfa 147 guidata da un suo amico, Dario Santo, di 21 anni, anche lui manduriano, rimasto ferito con altri due giovani che erano con loro.
«Sono molto arrabbiato con lui – dice papà Vito a due giorni dallo straziante funerale -, ma l’ho già perdonato, il mio Antonio da lassù non è contento di tanto odio, in fondo quel ragazzo, Dario, era un suo amico». L’ex calciatore (da giovane ha giocato in diverse squadre pugliesi trasmettendo poi la stessa passione al figlio che indossava la maglia del Francavilla Fontana), cerca in questo modo di difendere il ventunenne dall’opinione pubblica che lo ha già condannato e bollato come un assassino.
«Con l’incoscienza della sua età – afferma Vito -, Dario ama le auto e la velocità ma è un ragazzo con alle spalle una vita molto difficile». Circa tre anni fa una terribile tragedia si abbatté sulla sua famiglia. Ora il giovane che vive con la madre e una sorella, è vittima di insulti e minacce sui social da parte di suoi coetanei ed anche adulti, soprattutto amici di Antonio».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 19 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 20-06-2017 20:25