Vanno a fuoco le palme, fiamme sui balconi: paura nel condominio

Vanno a fuoco le palme, fiamme sui balconi: paura nel condominio
Paura nella tarda serata di ieri in un condominio di via Giuseppe Nardelli, poco lontano dal Tribunale e il Liceo Classico “Marzolla”: poco dopo le 23, un incendio ha colpito due palme. E nel giro di pochi minuti le fiamme si sono propagate fino al sesto piano.
Sospinte da un vento caldo di scirocco, le lingue di fuoco hanno seminato il panico tra le 6 famiglie che occupano il lato sud di una palazzina: «Non conosciamo le cause che abbiano scatenato quell’inferno, abbiamo comunque temuto il peggio in quel momento», hanno raccontato i residenti il giorno dopo. Il lavoro di una squadra dei vigili del fuoco ha permesso comunque in pochi minuti di far rientrare l’allarme prima che l’incendio divorasse completamente gli infissi in plastica presenti su alcuni balconcini.
La “pioggia” di scintille ha inoltre provocato tensione anche tra agli abitanti della palazzine che si trovano nelle vicinanze di via Giuseppe Nardelli, un angolo che lambisce la campagna insieme a diversi detriti infiammabili che sono stati abbandonati sul ciglio della strada e a pochi passi dalla circonvallazione per Lecce e Bari: le scintille che cadevano dalle palme hanno raggiunto la strada ma per fortuna non hanno interessato la zona circostante.
La scia delle fiamme ha comunque raggiunto e distrutto alcune parabole satellitari e lambito all’ultimo piano la sagoma di una vetrata che presenta materiale in plastica. Ieri, in pieno giorno, tracce di quel passaggio misto a fumo erano ancora ben visibili sulla facciata della palazzina, come anche sul fusto di una palma, rimasto completamente bruciato: un arbusto che in altezza sfiora gran parte dei 6 appartamenti coinvolti nell’incendio.
Insieme a una squadra di pompieri ha inoltre operato una pattuglia di carabinieri del Norm, ma il loro lavoro non è stato facile per cercare di arrivare alle cause che hanno originato l’incendio. Nessuna ipotesi è stata comunque esclusa.
Scatta ancora un allarme a pochi passi dal Tribunale: dopo l’assalto notturno di una banda al bancomat della filiale della Banca nazionale del lavoro, i vigili del fuoco questa volta sono stati contattati dai residenti della zona per un incendio scoppiato in un giardino, ma che in pochi istanti ha visto scatenare il panico all’interno del civico 7: «Non era fermare quelle fiamme», hanno raccontato gli inquilini. «L’incendio ha raggiunto l’altezza massima della pianta in pochi istanti, tenendo con il fiato sospeso tutti noi». Impauriti, i residenti hanno quindi atteso che la situazione tornasse alla normalità: «Meno male che l’incendio non ha provocato danni più gravi», hanno concluso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 11 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 22:50