Migranti. Altri 180 scaricati in mare da scafisti in Yemen, 50 dispersi

Migranti. Altri 180 scaricati in mare da scafisti in Yemen, 50 dispersi
Fino a 180 migranti sono stati costretti oggi dagli scafisti a gettarsi in mare dal barcone su cui viaggiavano davanti alle coste dello Yemen: finora 5 corpi sono stati recuperati e circa 50 persone sono ritenute disperse. Lo rende noto in un comunicato l'Oim, l'agenzia dell'Onu per le migrazioni. L'episodio segue quello di ieri, sempre nella stessa zona, in cui almeno 50 migranti sono morti affogati, lasciati deliberatamente annegare dallo scafista che li stava trasportando.

Intanto sono oltre mille i migranti messi in salvo dall'Onu nel Sahara da aprile a oggi: lo riferiscono le Nazioni Unite. I trafficanti abbandonano centinaia di persone in pieno deserto nel nord del Niger al confine con la Libia. «Sono rimasto scioccato quando abbiamo trovato un grande gruppo di donne originarie della Nigeria e del Ghana che dormivano in un hangar vicino al confine, in attesa di trovare un passaggio verso nord», ha raccontato Alberto Preato, uno dei responsabili Oim delle operazioni di soccorso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 10 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:29
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti