Droga, due tonnellate di marijuana nelle acque del Gargano

Droga, due tonnellate di marijuana nelle acque del Gargano
Oltre due tonnellate di marijuana sono state sequestrate dai militari della Guardia di Finanza del comando provinciale di Foggia. La sostanza stupefacente si trovava a bordo di un gommone lungo 8 metri e munito di due motori fuoribordo da 200 cavalli ciascuno, rimasto incagliato tra gli scogli nei pressi della spiaggia di Calenella, in località San Menaio mercoledì sera. Le Fiamme Gialle valutata l'impossibilità di raggiungere via mare il natante incagliato e attesa la particolare orografia della zona, caratterizzata dalla presenza di scogliere affioranti, hanno deciso di raggiungere il natante immergendosi parzialmente in acqua, superando la battigia del mare, per procedere all'immediato recupero della sostanza stupefacente. L'attività è stata svolta con la collaborazione di unità navali e pattuglie della Sezione Operativa Navale di Manfredonia che hanno proceduto al recupero e al sequestro del gommone. La marijuana recuperata e sequestrata dai finanzieri, del peso complessivo di 2,2 tonnellate, era confezionata in 57 colli di varie dimensioni. L'ingente quantitativo di droga, al dettaglio, avrebbe fruttato all'organizzazione criminale circa 22 milioni di euro. Sono in corso ulteriori indagini, in collaborazione con il Reparto Operativo Aeronavale dei Bari e con le Autorità di Polizia albanesi, per il tramite del Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo, finalizzate a individuare i responsabili del traffico illecito della sostanza stupefacente.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 19 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:56