Giallo nel “ghetto” di Rignano Garganico, la baraccopoli va a fuoco

Giallo nel “ghetto” di Rignano Garganico, la baraccopoli va a fuoco
La condizione dei braccianti stagionali al lavoro in Puglia torna al centro della cronaca. Stanotte un incendio é divampato, per cause ancora da chiarire, all'interno del "ghetto" dove vivono centinaia di braccianti stagionali immigrati a Rignano Garganico in provincia di Foggia. Una delle baraccopoli più grandi d'Europa.
Le fiamme hanno interessato baracche e containers ad uso abitativo. Sono ancora in corso le operazioni di spegnimento delle fiamme rese ancor più rischiose dalla presenza di numerose bombole Gpl.
Gran parte delle baracche fatiscenti in cui alloggiano da alcuni anni circa 200 persone di varia nazionalità (che aumentano sensibilmente nel periodo estivo) è andata distrutta. Sul posto hanno lavorato cinque squadre di vigili del fuoco giunte da Foggia che stamani stanno procedendo alla bonifica della zona. I vigili del fuoco sono riusciti a evitare che le bombole di gas usate nelle baracche esplodessero e nessuno dei residenti è rimasto ferito. Indagini sono state avviate da carabinieri e polizia. Al momento non si sa quale possa essere la destinazione delle persone che abitavano le baracche.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 15 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 13:44