La salma di Nicolina vegliata in ospedale. "Vogliono evitare che i parenti si incontrino"

È vegliato nel reparto di rianimazione degli Ospedali riuniti di Foggia il corpo di Nicolina Pacini, la quindicenne uccisa a Ischitella con un colpo di pistola sparatole dall'ex compagno della madre. A pochi metri di distanza, nell'obitorio dello stesso ospedale, si trova il corpo del presunto assassino, Antonio Di Paola, che ieri dopo aver aggredito la ragazzina è scappato e si è suicidato con la stessa pistola.
 
 

Il corpo della ragazza è vegliato dai nonni cui la quindicenne era affidata e da alcuni zii e cugini. Si attende in mattinata l'arrivo della madre, Donatella Rago, che vive per lavoro in Toscana. Per trasferire il corpo della ragazza nell'obitorio si attende che il magistrato autorizzi il trasferimento al cimitero della salma di Antonio Di Paola, in modo da evitare che i rispettivi parenti si possano incontrare.
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 21 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:39
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti