Inseguito e ucciso dai killer nel salone da barba. Terrore, ci sono anche due feriti

Inseguito e ucciso dai killer nel salone da barba. Terrore, ci sono anche due feriti
Un morto e due feriti in una barberia di San Severo, nel Foggiano. È il bilancio di un agguato di mafia che a Foggia è costato la vita a Michele Russi, 58enne, ritenuto dagli investigatori elemento di spicco della criminalità locale. Tre i killer entrati in azione, armati di pistola e fucile. Hanno cominciato a sparare in strada e poi hanno inseguito la vittima quando quella ha cercato riparto nel salone da barba.
Feriti il genero della vittima, un 44enne, e un giovane di 24 anni, dipendente del parrucchiere per uomo dove è avvenuto l’omicidio. I due sono stati sottoposti ad un intervento chirurgico nell’ospedale Masselli Mascia di San Severo. Non sono in pericolo di vita. I sicari, tutti incappucciati, sono arrivati sul luogo dell’agguato a bordo di un’auto. Uno - ricostruiscono gli inquirenti - è rimasto fuori. Gli altri due sono entrati nel salone da barba e hanno fatto fuoco uccidendo all’istante Michele Russi. I sicari hanno anche sparato numerosi colpi contro una Fiat Punto parcheggiata nella zona.
Il nipote di Michele Russi, Francesco Paolo Russi, 36 anni, fu ucciso il 25 agosto scorso, sempre a San Severo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 24 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:50