Savona, deposito rifiuti in fiamme: allarme nube tossica, scuole chiuse

Deposito rifiuti in fiamme: allarme nube tossica, scuole chiuse
Un vasto incendio, probabilmente doloso, è divampato questa sera intorno alle 21 all'interno di alcuni capannoni dell'azienda Fg Riciclaggi di Cairo Montenotte ( Savona). La ditta opera nel settore del riciclo rifiuti. Secondo le prime informazioni a bruciare sarebbero due capannoni adibiti allo stoccaggio di materiale legnoso, di plastica e di pneumatici. Il timore tra gli abitanti è quello del disastro ambientale, a causa della densa colonna di fumo nero e del forte odore che si alza dai depositi. Sul posto stanno operando diverse squadre di vigili del fuoco e volontari della protezione civile.

Continuano senza sosta le operazioni per tentare di spegnere il vasto incendio divampato alle 21 nei depositi della Fg Riciclaggi di Cairo Montenotte ( Savona). Nonostante siano intervenute sul posto diverse squadre dei Vigili del fuoco (oltre che da Cairo montenotte anche da Savona e Albenga), e stia arrivando la cisterna kilolitrica dall'areoporto di Villanova d'Albenga, al momento le fiamme non sono ancora state domate, e l'aria si sta facendo irrespirabile (a bruciare sono rifiuti recuperabili tra cui pneumatici). I residenti lamentano forti odori, che raggiungono anche i paesi vicini e persino il capoluogo Savona a decine di chilometri di distanza. Si attende l'arrivo dei tecnici dell' Arpal per fare il punto sulla situazione.

Sul posto anche il sindaco, Paolo Lambertini. I sindaci dei Comuni della zona dove è in corso il violento incendio ad alcuni depositi di rifiuti, e dalla quale si innalza un'alta nube nera, hanno invitato ad adottare una serie di precauzioni in via cautelativa. Le scuole resteranno chiuse oggi a Cosseria, Bragno, Ferrania e San Giuseppe di Cairo. Hanno poi raccomandato di evitare di esporre i bambini a fumi e polveri che potrebbero rivelarsi nocivi, anche se al momento non si ha alcuna certezza sulla loro potenziale tossicità, sulla quale si attende il responso dell' Arpal. I depositi contengono materiale da riciclo, tra cui plastica e pneumatici. Fortunatamente il sistema antincendio dei depositi ha permesso di limitare i danni. Lo scorso febbraio, in seguito ad un incendio simile a Cisano Sul Neva ( Savona), i primi cittadini della zona avevano emesso ordinanze imponendo ai residenti per alcuni giorni di tenere chiuse le finestre.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 8 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:46
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti