Sabrina Misseri, l'avvocato: «Non avrà permessi premio. Michele? Per lui prova pietà»

Sabrina Misseri, parla l'avvocato: «Nessun permesso premio. Michele? Per lui prova solo solo pietà e compassione»
Nessuno sconto per Sabrina Misseri, condannata all'ergasolo per l'omicidio di Sarah Scazzi. Intervistato da "Storie Italiane", in onda su Rai 1, il prof. Franco Coppi - avvocato della Misseri - ha dichiarato:  «I permessi premio non arriveranno. Non sono maturati ancora i dieci anni, alla Misseri non sono stati ancora riconosciuti quei famosi sconti di 45 giorni ogni 6 mesi e quindi, allo stato, non è nelle condizioni di poter usufruire di alcun permesso».

Delitto Noventa, l'appello: la sentenza oggi. «Freddy provato, la Cacco ha pianto, Debora impassibile»

Coppi ha anche raccontato dei sentimenti di Sabrina nei confronti di Michele Misseri: «Nei confronti del padre non prova neanche risentimento, prova  soltanto pietà e compassione. Naturalmente, voi potete capire, quale sia il suo stato d’animo di fronte a un padre che l’ha accusata, come lei ritiene e anche io ritengo, ingiustamente».

Intanto la Corte Europea dei Diritti Umani ha giudicato ammissibile il ricorso della Misseri e Coppi ha fatto chiarezza sulla sulla posizione della difesa: «Nell’ipotesi in cui Strasburgo dovesse riconoscere che sono state consumate violazioni dei diritti della difesa, si porrà poi in Italia il problema  di una riapertura del procedimento: è chiaro che puntiamo a questo, non ci interessa affatto una condanna dell’Italia al risarcimento dei danni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 9 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:05
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti