Darsena, i lavori proseguono: attesa per lo svuotamento del bacino

I lavori alla darsena
Proseguono i lavori a San Cataldo per la ristrutturazione della Darsena. I cantieri delle opere a terra vanno avanti, mentre nei prossimi giorni si dovrebbe sbloccare anche la possibilità di svuotare il bacino per il dragaggio previsto. «Stiamo ridefinendo il progetto che a giorni presenteremo ad Arpa», ha spiegato il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Delli Noci. 
Il tema della Darsena di San Cataldo è stato affrontato ieri mattina dalla commissione Lavori Pubblici presieduta da Angela Maria Spagnolo a cui hanno preso parte anche Giovanni Puce, direttore dei lavori e Silvio Cillo, responsabile del procedimento. In commissione i tecnici hanno spiegato che lo svuotamento del bacino o per il dragaggio previsto nel progetto esecutivo «non si può fare - spiega Spagnolo - ma servirà un documento integrativo di assoggettabilità alla Via (valutazione di impatto ambientale) redatto dai tecnici dell’impresa che lo stanno già predisponendo per trasmetterlo a Bari, all’Arpa, ad integrazione del progetto definitivo anche perché è molto difficile ricostruire le banchine senza lo svuotamento». A questo si aggiunge che anche l’acqua non potrà essere rimessa in mare direttamente «ma dovrà essere filtrata».
Intanto come detto i lavori proseguono sulle opere a terra: recinzione, opere e rete degli impianti; edificio di servizio; ponte carrabile e ponte pedonale di scavalco del canale e opere di salvaguardia ambientale sul lungomare Marinai d’Italia.
 
Sempre in commissione Cillo ha spiegato che nei prossimi giorni i tecnici incaricati faranno un sopralluogo per individuare il posto più idoneo per installare 4/5 cassoni dove le alghe che si depositeranno a riva potranno essere riposte a filtrare per poi essere portate in discarica come è previsto dal contratto. Questo consente anche di azzerare i cattivi odori che queste sprigionano cercando di diminuire i disagi per i tanti turisti e cittadini che si recheranno nella marina in questo periodo.
A seguire personalmente i lavori sul luogo anche il vice sindaco Alessandro Delli Noci che nei giorni scorsi ha incontrato nuovamente la ditta Igeco costruzioni spa. «È nostra cura - ha sottolineato Delli Noci - concludere i lavori della darsena il più presto possibile sia per il bene dei cittadini che per il bene dei pescatori. Ma è evidente che ci sono dei tempi tecnici da rispettare. I lavori sono andati avanti e io personalmente li sto monitorando. Tanto è vero che è stato stilato un crono programma», entro la fine di giugno ci sarà una grossa accelerata. 
«Spero che i lavori possano iniziare al più presto anche all’interno del bacino - ha commentato alla fine della commissione il presidente Angela Maria Spagnolo - I pescatori hanno bisogno di lavorare in serenità senza avere le barche bloccate dalle alghe, i diportisti e i turisti hanno diritto a poter uscire in mare conte proprie imbarcazioni a 5 minuti di auto dalle proprie case».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 16 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 08:49