Frigole, «strada-parco nel degrado». La denuncia di Pasqualini

La pista ciclabile di Frigole
«Strada-parco di Frigole nel degrado: l’amministrazione comunale restituisca il decoro alla pista ciclabile». L’ex assessore comunale ai Trasporti, Luca Pasqualini - ora ai banchi dell’opposizione nel gruppo misto a Palazzo Carafa - punta il dito contro il Comune, accusandolo di non saper manutenere quanto di buono fatto dal precedente governo cittadino. «A un anno esatto dall’inaugurazione della pista ciclopedonale che collega il borgo di Frigole con la marina – stigmatizza Pasqualini, che allega anche foto scattate in loco – è inconcepibile che la cosiddetta strada-parco sia stata abbandonata in questo modo: nelle aiuole che insistono sulla zona pedonale, sono cresciute erbacce alte e sterpaglie che impediscono di sedersi sulle panchine tranquillamente, gli alberi sono completamente seccati e ora l’erba sta invadendo anche il marciapiedi. Per non parlare del fatto che l’attuale amministrazione avrebbe dovuto rimuovere i due contatori dell’Acquedotto pugliese che si incontrano nel bel mezzo della pista ciclabile, costituendo un pericolo per i ciclisti. Si tratta, infatti, di un onere a carico dell’amministrazione, che il nostro governo non ha fatto in tempo ad assolvere. A dispetto degli annunci, la verità è che questo governo non rivolge alcuna attenzione alle marine e oltretutto dimostra di non saper manutenere le opere pubbliche che sono state realizzate in passato», conclude il consigliere comunale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 13 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 09:14