Lo stipendio da assessore? Alle famiglie più povere

Lo stipendio da assessore? Alle famiglie più povere
LECCE - Cinquecento euro al Pronto soccorso dei Poveri, "che già stamattina sta distribuendo buoni alimentari e contributi alle famiglie che non hanno potuto pagare la bolletta". Altri seicento direttamente ad alcuni nuclei familiari meno abbienti e che correvano il rischia di vedersi staccata la corrente. "L'assessore Mignone ci ha donato mezzo stipendio - dice Tommaso Prima, presidente del Pronto soccorso dei poveri - e vogliamo ringraziarlo per l'impegno, la presenza e la sincera solidarietà". Io versamento è avvenuto alcuni giorni fa, ma lontano dai riflettori. Una scelta maturata dall'assessore già da tempo, quella di donare parte del suo stipendio da amministratore ai poveri. Tanto più che da presidente dell'Associazione Nazionale Amministratori di Condominio, Mignone -eletto nell'Udc e responsabile del settore Ambiente di palazzo Carafa - ha conosciuto molto da vicino situazioni estreme di povertà nelle periferie leccesi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 13 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 12:47