Migranti, in 137 sbarcati nel Salento: arrestati cinque scafisti

Migranti, in 137 sbarcati nel Salento: arrestati cinque scafisti
Cinque scafisti sono stati arrestati dopo due sbarchi di migranti avvenuti tra giovedì scorso e la notte passata sulle coste del Salento. Il primo sbarco era avvenuto a Santa Maria di Leuca, mentre la notte scorsa un altro gruppo è stato soccorso al largo di Castro Marina. In tutto sono 137 i migranti sbarcati, tra cui anche un neonato, dopo avere navigato per giorni su due barche a vela. Le imbarcazioni sospette sono state intercettate dalle unità aeronavali della Guardia di finanza impegnate nell'operazione «Triton 2017» dell'agenzia Frontex. I finanzieri, insospettiti dalla linea di galleggiamento molto bassa, hanno bloccato le imbarcazioni procedendo all'identificazione degli scafisti, poi arrestati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e messi a disposizione dell'autorità giudiziaria. Le imbarcazioni fermate sono state scortate dalle Fiamme gialle nel porto di Santa Maria di Leuca e in quello di Otranto, dove in banchina, precedentemente allertato, era già pronto il dispositivo di accoglienza, anche sanitario, predisposto dalla prefettura di Lecce. Su una barca a vela vi erano 87 migranti, 42 uomini adulti, 20 donne e 25 bambini, presumibilmente curdi e iracheni, mentre sull'altra si trovavano 50 migranti, tra cui 48 uomini e una donna con un neonato, di presunta nazionalità irachena e iraniana. Tutti sono apparsi in buone condizioni di salute, anche se provati da giorni di navigazione in condizioni disagiate. I migranti, dopo essere stati assistiti, sono stati accompagnati nei centri d'accoglienza pugliesi. (Giz-Rre/AdnKronos)
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 12 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:24