Treni e bus, Basso Salento isolato. E' caos nei trasporti, in campo il prefetto

Treni e bus, Basso Salento isolato. E' caos nei trasporti, in campo il prefetto
Trasporti nel caos in tutto il Salento. È solo uno dei problemi provocati dalle abbondanti nevicate di questi giorni. È anche per questo che ieri il prefetto di Lecce Claudio Palomba, accompagnato dagli uomini del Centro di coordinamento soccorso della Prefettura ha effettuato un sopralluogo in tutti i comuni in cui sono state riscontrate le criticità maggiori. Soprattutto nel Basso Salento. Sono state tantissime le situazioni di disagio che hanno interessato prima di tutto la viabilità all’interno dei comuni e quella di collegamento tra gli stessi e altrettanto numerose le criticità segnalate dai sindaci al rappresentante del governo che ha assicurato un pronto intervento. «Prosegue con costanza, comune per comune, il nostro lavoro di valutazione e segnalazione agli enti preposti delle criticità presenti all’interno delle strade comunali, provinciali e statali, e possiamo dire che la situazione va migliorando con il passare delle ore e degli interventi - queste le parole del prefetto Palomba durante l’incontro tenuto con i sindaci all’interno del Palazzo della Cultura di Poggiardo -. Per quanto riguarda i rimborsi per le spese sostenute, saranno presi in considerazione i lavori di somma urgenza e quelli eseguiti fuori dall’ordinario in attesa del decreto del presidente della Regione che sarà più specifico».
 
Un “tour” fuori dall’ordinario, quello del rappresentante territoriale del Governo. Oltre che a Poggiardo, Palomba ha toccato con mano la situazione a Gagliano del Capo, Santa Cesarea Terme, 
«Ringraziamo tutti per l’impegno profuso in questa situazione di emergenza, dalle forze dell’ordine alla polizia locale, ai volontari della protezione civile, all’Aisa Poggiardo e a tutti i cittadini, - ha detto il sindaco di Poggiardo Giuseppe Colafati. Già il 5 gennaio avevamo pre-allertato la popolazione su questo evento straordinario e il 6 gennaio fin dalla mattinata abbiamo attivato il Centro operativo comunale (Coc) per emergenza meteo disponibile 24 ore su 24 anche attraverso il numero di telefono della Polizia municipale». Per domani, il sindaco Colafati ha emanato anche delle ordinanze di chiusura delle scuole e di annullamento del mercato settimanale di Poggiardo, uno dei più grandi della provincia, a causa delle difficoltà dovute al ghiaccio persistente su molte strade. Situazioni di emergenza si sono segnalate negli ultimi giorni anche a Santa Cesarea Terme e Castro, territori che presentano delle pendenze particolari alcune anche difficili da affrontare per i mezzi incaricati alla manutenzione delle strade, ma alla fine la situazione sembra essere tornata alla normalità.

«Il nostro plauso va a quanti hanno contribuito a far superare questi giorni delicati, e un grazie va ai volontari, ai cittadini e alle ditte private che hanno dato la propria disponibilità» - ha detto il sindaco di Santa Cesarea Pasquale Bleve il quale ha prorogato la chiusura delle scuole. A Castro c’è stata una nevicata che a memoria d’uomo «nessuno ricorda così intensa», riferisce il sindaco Alfonso Capraro. «Sabato scorso la nevicata si è protratta per 12-13 ore consecutive e ha costretto l’amministrazione a lavorare senza soluzione di continuità. Sono stati sei passaggi in tutto con i mezzi gommati con benna anche con lo spargimento del sale, effettuati innanzitutto sulle strade principali per consentire il flusso verso il presidio ospedaliero di Tricase e poi su tutte le altre. In questi giorni abbiamo garantito le cure ai malati con il mezzo comunale della Protezione civile e agli anziani che hanno richiesto un intervento. Le scuole di Castro resteranno chiuse anche a causa del ghiaccio presente ancora sulle strade per via delle bassissime temperature».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 11 Gennaio 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:12