Noemi, l'appello della mamma: «Insieme risolveremo tutto»

Noemi, l'appello della mamma: «Insieme risolveremo tutto»
«Non posso dire nulla. Tutto ciò che sapevo l’ho detto ai carabinieri. Posso solo dirle di tornare. La stiamo aspettando». Mamma Imma non si da pace. Aspetta, partecipa alle ricerche e spera di veder tornare la piccola Noemi, di cui non si hanno più notizie da domenica 3 settembre.
Noemi Durini, 16anni, è scomparsa alle 5 del mattino di domenica scorsa lasciando a casa persino il suo inseparabile smartphone e anche un pacchetto di sigarette. La sera precedente, il sabato, la giovane non era uscita come di consueto con i suoi amici; è rimasta in casa, poi la scomparsa. In paese le voci si rincorrono, ognuno ha la sua versione, opinioni, idee che qualcuno si è fatto misto a “prove” che di tanto in tanto spuntano ma che poi non trovano fondamento.
L’intero paese si è mobilitato non solo per stare al fianco della famiglia ma anche per prendere parte alle ricerche che ormai da giorni vanno avanti e che riprenderanno anche questa mattina. L’amministrazione comunale ha messo a disposizione un immobile dell’ente trasformato in quartier generale per chi in queste ore sta lavorando per ritrovare la 16enne.
Alle ricerche hanno partecipato anche la mamma di Noemi, Imma e la sorella Benedetta. Insieme ai vigili del fuoco, alla Protezione civile, si sono recate personalmente nei campi, nei casolari dove ancora ieri si sono concentrate le ricerche.
Non vuol dire nulla Imma, «abbia pazienza - dice al telefono - non sono mai in casa, sono nove giorni che cerco mia figlia. Non ce la faccio più. Adesso la mia priorità è trovare mia figlia». Che idea si è fatta? «Di queste cose non posso parlare - dice - ci sono delle indagini in corso. Non posso». Poi l’appello: «Noi l’aspettiamo, tutti. Tutta la famiglia, i parenti, i compaesani, gli amici che le vogliono bene anche chi non la conosce. Noi l’aspettiamo qui per riabbracciarla - continua - Se poi è stata la classica brava non importa, va bene così però deve tornare a casa. Noi tutti le vogliamo comunque bene».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 12 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 14:33