Scoperta una sala delle Torture nell'ex convento dei Domenicani

Scoperta una sala delle Torture nell'ex convento dei Domenicani
L’ex convento dei Domenicani di Sternatia, oggi sede del Municipio, ha ospitato per quasi tutto il Settecento, un tribunale della Sacra Inquisizione. A rivelarlo la scoperta – fatta nelle scorse settimane in occasione dei lavori di ristrutturazione dell’antica struttura – di una vera e propria camera delle torture, dove è stata rinvenuta una puleggia in legno posizionata per terra che, insieme a una carrucola in ferro sul soffitto, costituiva la leva della temutissima corda, con cui si issavano i prigionieri per punirli o estorcere loro una confessione. Da quello che è dato sapere, non sono mai stati trovati prima i resti di un simile meccanismo di tortura, specialmente la puleggia in legno che rappresenta per questo un’autentica rarità.
L’intuizione della scoperta si deve al direttore dei lavori, il geometra Antonio Stefanelli, che l’ha subito comunicata al sindaco di Sternatia Massimo Manera, che ha deciso di “musealizzare” la stanza che, una volta terminato il cantiere di restauro, sarà aperta al pubblico per le visite.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 29 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 30-06-2018 19:20