Passeggia sul bagnasciuga e si accascia: uomo muore in spiaggia

Passeggia sul bagnasciuga e si accascia: uomo muore in spiaggia
Ha avuto un malore, si è accasciato sulla spiaggia ed è morto: la tragedia si è consumata ieri mattina sotto gli occhi di decine di bagnanti, a Lido Marini, marina di Ugento. E ancora, fino alla tarda serata di ieri, le forze dell’ordine non erano riuscite a identificare la vittima, dell’apparente età di 65 anni.
Il fatto è accaduto intorno alle 10.30. Un sabato mattina d’estate come tanti altri. La spiaggia è affollata, come spesso accade nei weekend di luglio. L’uomo stava probabilmente paseggiando sul bagnasciuga, quando improvvisamente alcuni testimoni lo hanno visto cadere sulla sabbia, privo di sensi. Sono stati gli stessi bagnanti a chiamare immediatamente i soccorsi. Sul posto è giunta un’ambulanza del 118: i sanitari hanno cercato di rianimare l’anziano, senza però riuscirci. Non è stato necessario nemmeno il trasporto d’urgenza in ospedale: l’uomo sarebbe morto sul colpo. Probabilmente un malore gli è stato fatale.
La salma è stata portata presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Qui verrà sottoposta ad autopsia, così come disposto dal pubblico ministero di turno che coordina le indagini. Bisognerà appurare con certezza cosa abbia stroncato la vita dell’uomo. L’esame medico-legale verrà eseguito nei prossimi giorni.
E intanto non si è sciolto, almeno fino a ieri sera, il mistero sull’identità dell’uomo. Molto probabilmente si trovava a mare da solo, cosicché nessuno, nell’immediato, ha potuto dire di conoscerlo. Con sé non aveva nemmeno documenti. La speranza è che qualcuno, accorgendosi dell’assenza dell’uomo, denunci la sua scomparsa alle forze dell’ordine. Le indagini sono condotte dai militari della Capitaneria di porto di Gallipoli e dell’ufficio marittimo di Torre San Giovanni.
Si tratta del secondo decesso a distanza di pochi giorni: domenica scorsa un pensionato di Galatone perse la vita in circostanze simili a Lido Conchiglie, marina di Sannicola. In quel caso l’uomo fu colpito da un infarto mentre si trovava in spiaggia alle 9 del mattino. Anche in quella occasione i soccorritori del 118 non poterono nulla per salvare la vita dell’uomo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 15 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 16-07-2017 19:34