Violentato e filmato: ragazzino ricattato dai bulli, arrestati in due

Violentato e filmato: ragazzino ricattato dai bulli, arrestati in due
Lo hanno costretto a seguirli in un bagno pubblico dove gli hanno rubato scarpe e giubbotto e poi lo hanno costretto a masturbarsi filmandolo con un cellulare. L'episodio choc è avvenuto lo scorso 20 novembre a Nardò. La vittima ha 15 anni i suoi aguzzini pochi di più. Per restituire i capi rubati gli hanno chiesto dieci euro. La vicenda non era trapelata finché il video non ha iniziato a girare di telefono in telefono, arrivando ad alcuni conoscenti della famiglia. La madre del ragazzo, una volta entrata in possesso del video, ha così deciso di denunciare tutto ai carabinieri che in breve sono risaliti ai responsabili.
I carabinieri del Comando Provinciale di Lecce hanno arrestato questa mattina i due autori del terribile gesto: due minorenni di Nardò con l'accusa di rapina, sequestro di persona, violenza sessuale, pornografia minorile ed estorsione, tutti in concorso tra loro. Il provvedimento è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i minorenni su richiesta della Procura della Repubblica presso lo stesso Tribunale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 6 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:53