Panama Papers, ira Briatore: "Una bufala.
Ve la prendete con chi crea lavoro e investe"

Panama Papers, ira Briatore: "Ve la prendete con chi crea lavoro"
Che il nome di Flavio Briatore sia nella lista dei Panama Papers «è un'altra bufala», cioè, spiega lo stesso Briatore intervistato da Repubblica, «è molto semplice: io sono residente all'estero. Con il fisco italiano non ho nulla a che vedere se non per le mie aziende che lavorano lì e pagano regolarmente le tasse. Succede così in Italia come in Messico o a Dubai».

«Io -aggiunge- sono residente all'estero da trent'anni. Con il fisco italiano non ho nulla a che vedere». «Ma perché invece di scrivere cose vecchie di 11 anni non spiegate alla gente qual è il vero problema e cioè i soldi divorati dalla burocrazia? Miliardi e miliardi di cui non parla nessuno… penso agli acquisti maggiorati negli ospedali, ai funzionari che strapagano rotoli di carta igienica, facendo, loro sì, danni devastanti. No, ve la prendete con gente che crea lavoro e investe» evidenzia Briatore in un altro passaggio dell'intervista.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 15 Aprile 2016 - Ultimo aggiornamento: 09:50
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti