Il Quirinale esclude rinvii: si va verso il preincarico

Il Quirinale esclude rinvii: si va verso il preincarico
Niente da fare. Neanche le bombe su Damasco sbloccano lo stallo. Tutti, da Luigi Di Maio a Matteo Salvini, da Silvio Berlusconi a Giorgia Meloni, dicono che la crisi siriana deve accelerare la formazione di un governo con pieni poteri. Ma i veti e i muri alzati, sono ancora tutti lì. Forse ancora più alti. E il guaio è che anche la bomba sganciata venerdì da Sergio Mattarella, la minaccia di dare vita a un governo del Presidente che taglierebbe fuori i protagonisti della lunga telenovela, cancellando oneri e onori...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 15 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 08:55