Pd, Bersani: «Renzi ha alzato un muro». Rossi verso l'addio

Pd, Bersani: «Renzi ha alzato un muro». Rossi verso l'addio
«Siamo a un punto certamente delicato. Una parte pensa che si va a sbattere, e con il Pd anche l'Italia. Non diciamo abbiamo ragione per forza, vogliamo mandare a casa Renzi per forza, diciamo che vogliamo poter discutere di una urgente correzione di rotta. Il segretario ha alzato un muro, ha detto si va avanti cosi, vuol dire fare un congresso cotto e mangiato in tre mesi dove non sarà possibile aprire discussione. Ma c'è ancora la replica da sentire». Lo dice Pierluigi Bersani ad "In Mezz'ora" sui Rai tre, commentando l'intervento di Matteo Renzi all'assemblea Pd.

«Nel suo intervento Epifani ha chiesto l'attendibilità del confronto, abbiamo l'unica occasione possibile per farlo», ha detto ancora Bersani. «Non possiamo affrontare a cuor leggero un tema come la divisione o altre scelte. Anche se ho sempre detto che da casa mia non mi butta fuori nessuno, se mi accorgo che non è più casa mia ma il partito di Renzi non saprei come fare».

Prendere o lasciare? «Io spero sempre nelle repliche, ho visto un dibattito pieno di sofferenza e buoni sentimenti, anche da parte di molti renziani. Sentiamo la replica. A me non convince questa cosa, lo dico sinceramente. Sono di sinistra e non sopporto di vedere un livello di desuguaglianza così aberrante. Sarà anche lui di sinistra, ma perdiamo rapporti con un pezzo di Paese. Lavoratori insegnanti e piccoli imprenditori non ci capiscono. Vediamo, non decido io», ha spiegato Bersani.

Ci sarà la scissione e quali saranno i tempi? «È naturale che, sentite le conclusioni, i tre che hanno presentato altre proposte (Emiliano, Rossi e Speranza ndr) si vedano e decidano che fare. Con le dimissioni da segretario parte da adesso il congresso. È stata presa una decisione da Renzi e non credo che se la rimangerà subito. Ma non usciamo dalla sala con le bandiere rosse in mano, prenderemo una decisione...».

Di
«muro, sia nel metodo che nella forma» parla anche Enrico Rossi che sottolinea: «Per noi la strada è un'altra. Sono maturi i tempi per formare una nuova area. Ci sono stati milioni di cittadini che hanno abbandonato questo Pd. Abbiamo posto lo stesso problema che milioni di cittadini pongono e avvertendo il Pd come un partito non più di sinistra. Abbiamo provato ad avanzare alcune idee, invece è stato alzato un muro e non abbiamo avuto nessuna risposta di merito né di metodo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 19 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:27
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti