Rimpasto, Emiliano mescola le carte: Mazzarano allo Sviluppo economico, i Trasporti a Nunziante

La nuova giunta
Varato ufficialmente il governo regionale Emiliano bis: il presidente della giunta ha assegnato le deleghe, fuori due assessori, dentro tre volti nuovi e carte rimescolate rispetto alle anticipazioni della vigilia. La prima sorpresa riguarda Michele Mazzarano: l'ormai ex capogruppo del Pd sarà assessore allo Sviluppo economico, deleghe (anche durante l'ultima amministrazione Vendola) finora affidate a Loredana Capone, che resta comunque assessore alla Cultura e al Turismo. Con Mazzarano sarà così rappresentato in giunta anche il territorio tarantino. Gli altri due nuovi innesti sono Filippo Caracciolo (consigliere barlettano del Pd) che va all'Ambiente al posto del dimissionario Domenico Santorsola (tornerà tra i banchi consiliari, nel gruppo Noi a sinistra) e Alfonso Pisicchio, barese, consigliere La Puglia con Emiliano e nuovo titolare di Urbanistica e Assetto del territorio. Deleghe finora nelle mani di Annamaria Curcuruto, ex dirigente del Comune di Bari che resterà in giunta: per lei i Lavori Pubblici.

Le deleghe di Giannini. Emiliano ha infatti deciso di "spacchettare" le deleghe di Giovanni Giannini, che si è dimesso la settimana scorsa da assessore ai Lavori pubblici e ai Trasporti perché indagato (anche lui torna in Consiglio, tra i banchi Pd). Detto dei Lavori pubblici, i Trasporti vanno ad Antonio Nunziante: il vicepresidente della giunta, che reclamava più spazio, è anche assessore al Personale. La delega alla Sanità resterà invece allo stesso Emiliano.

Questa la nuova giunta:

Michele Emiliano: presidente e assessore alla Sanità

Antonio Nunziante: vicepresidente, assessore a Infrastrutture e Mobilità, Reti e Infrastrutture per la mobilità, Verifiche e Controlli dei Servizi TPL - Protezione Civile, Personale e organizzazione

Michele Mazzarano: Sviluppo economico - Competitività, Attività economiche e consumatori, Energia, Reti e Infrastrutture materiali per lo sviluppo, Ricerca Industriale e Innovazione
 
Loredana Capone: Industria Turistica e Culturale, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali

Alfonso Pisicchio: Pianificazione territoriale - Urbanistica, Assetto del Territorio, Paesaggio, Politiche Abitative

Leonardo Di Gioia: Agricoltura - Risorse agroalimentari - Alimentazione, Riforma fondiaria, Caccia e pesca, Foreste

Annamaria Curcuruto: Lavori Pubblici, difesa del suolo e rischio sismico,Risorse Idriche

Sebastiano Leo: Formazione e Lavoro - Politiche per il lavoro, Diritto allo studio, Scuola, Università, Formazione Professionale

Salvatore Negro: Politiche di Benessere sociale e Pari Opportunità, Programmazione sociale ed integrazione socio-sanitaria

Raffaele Piemontese: Bilancio, Contenzioso Amministrativo, Bilancio e Ragioneria, Finanze, Demanio e Patrimonio, Provveditorato ed Economato, Sport per tutti, Politiche giovanili e cittadinanza sociale

Filippo Caracciolo: Qualità dell'ambiente - Ciclo Rifiuti e Bonifica, Rischio Industriale, Ecologia
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 18 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 23:44