Camilleri, al cinema le Conversazioni sull'indovino Tiresia

Camilleri, al cinema le Conversazioni sull'indovino Tiresia
di Eraldo MARTUCCI
Montalbano è sicuramente il più famoso tra i poliziotti di carta, creato magistralmente dalla penna di Andrea Camilleri.
Il novantatreenne scrittore siciliano, con un palmares di oltre 30 milioni di libri venduti, lo scorso 11 giugno ha accettato una nuova avvincente sfida nel Teatro Greco di Siracusa che ha ospitato, di fronte a 4mila spettatori, l'unica rappresentazione di Conversazione su Tiresia: un viaggio tra mito e letteratura sulle orme dell'indovino Tiresia alla ricerca dell'eternità.
Ed ora quello spettacolo, scritto e interpretato dallo stesso Camilleri e prodotto da Carlo degli Esposti , approda al cinema. Pellicola che sarà trasmessa da oggi fino a mercoledì anche nelle sale pugliesi: al Multisala Massimo di Lecce (alle 18.45 ed alle 20.30 e mercoledì solo alle 18.45), all'Open Space di Surbo, all'Andromeda Maxicinema di Brindisi ed al Paradiso di Tricase; al Bellarmino di Taranto sarà invece proiettato giovedì 8 novembre.
Il Teatro Greco è un luogo presente da tempo nei desideri dello scrittore, tanto da essere già stato ambientazione di un suo libro. È proprio dalle sedute in pietra eterna del Teatro, infatti, che prende il via l'azione de Il colore del sole, il romanzo che ricostruisce i giorni siciliani di Caravaggio grazie al misterioso ritrovamento del suo diario, rimasto sull'isola dopo la partenza del pittore alla volta di Napoli.
Nella sua Conversazione Camilleri dialoga non solo con i grandi classici: Omero, Sofocle, Seneca, Dante, T.S. Eliot, Apollinaire, Virginia Woolf, Borges, Pound, Pavese, Primo Levi, così come con Woody Allen, con il Pasolini dell'Edipo Re e con i Genesis de The Cinema Show, il brano sulle cui note si apre lo spettacolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 5 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 22:22