J-Ax e Fedez, "comunisti col Rolex" in concerto

J-Ax e Fedez, "comunisti col Rolex" in concerto
J-Ax e Fedez sbarcano oggi al Postepay Parco Gondar di Gallipoli per una delle serate più attese del cartellone messo in piedi per il decennale della celebre location ionica. L’appuntamento è per le 23 circa con la coppia milanese che sta mietendo sold out in tutta Italia proponendo i più grandi successi di ognuno con le hit estratte dal loro primo album insieme, “Comunisti col Rolex”, che ha vinto ben cinque dischi di platino, trainato da “Vorrei ma non posto”, piazzatosi secondo nella classifica stilata dal colosso svedese della musica, Spotify, fra i tormentoni estivi di questo secondo decennio degli anni 2000. 
“Comunisti col Rolex” è un viaggio che i due artisti hanno deciso di affrontare insieme, ma non da soli. Su sedici tracce, infatti, sono davvero tanti i colleghi coinvolti dai due rapper, a partire da Stash, leader e cantante dei The Kolors, e dalla cantautrice Levante – con cui J-Ax e Fedez hanno scelto di collaborare per il singolo “Assenzio” – a cui si aggiungono le partecipazioni di Alessandra Amoroso in “Piccole cose”, Arisa in “Meglio tardi che noi”, Loredana Bertè in “Allergia”, Alessia Cara in “Cuore nerd”, Giusy Ferreri in “Il giorno e la notte”, Nek in “Anni luce” e Sergio Sylvestre in “L’Italia per me”. 
In rotazione radiofonica, intanto, dopo “Vorrei ma non posto”, “Assenzio” e “Piccole cose” c’è il quarto singolo, “Senza pagare”, in una versione con sonorità più ritmate e strofe riscritte, realizzata insieme al rapper, cantante e produttore discografico T-Pain, del quale a maggio è stato pubblicato anche il video ufficiale girato fra Foggia e Los Angeles e diretto dal regista brindisino Mauro Russo. Nelle due città, sono state scelte location nazional popolari come il motel lungo la highway americana e i mercati rionali pugliesi, ma anche contesti più chic e lussuosi come la casa di Paris Hilton. D’altra parte, la canzone parla di un’aberrazione tutta italiana: raggiungere un certo status non quando diventi ricco e hai tanti soldi ma quando, in virtù della popolarità che hai acquisito, nessuno ti chiede di pagare, tutto ti viene offerto e, quindi, puoi “scroccare”. Ad interpretare perfettamente il mood dello “scrocco”, il duo comico foggiano formato da Pio e Amedeo.
A proposito di videoclip, poi, intorno a quello di “Vorrei ma non posto”, nella primavera dello scorso anno, si creò un piccolo giallo: i due artisti, infatti, senza farne mistero sui social ma anzi postando status entusiastici, furono avvistati in un hotel a Gallipoli proprio per girare il video del tormentone dell’estate 2016, salvo poi, quando venne pubblicato, scoprire che la location era stata cambiata. Pare, secondo indiscrezioni di allora, che la prima versione non avesse convinto a pieno i due rapper e si fosse optato, quindi, per girare in un luogo meno patinato ma più gipsy come il parcheggio del Circo Togni a Rio Saliceto, in Emilia Romagna, mettendo dietro la macchina da presa, questa volta, Russo. 
Per il concerto di stasera al Gondar, i cancelli si apriranno alle 20. I biglietti sono in prevendita a 25 euro + d.p su tutti i circuiti online e tradizionali di Bookingshow, mentre al botteghino potranno essere acquistati a 35 euro, ridotto 30 euro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 9 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 05:30