Orietta, 50 anni di amore e musica

Orietta, 50 anni di amore e musica
Stasera sul palco di Muro Leccese una delle più belle voci della musica italiana, Orietta Berti, in occasione della festa Patronale di Sant’Oronzo terrà un concerto live con tutti i suoi più grandi successi. In Piazza del Popolo la Orietta nazionale, conosciuta da tutti per la canzone “Fin che la barca va”, si esibirà, nel corso dei festeggiamenti in onore di Sant’Oronzo, con “Dietro un grande amore” il disco che celebra i cinquant’anni di carriera della cantante. Dopo il grande successo dello scorso luglio a Matino la cantante ritorna con grande piacere nel Salento, già da qualche giorno, infatti, è nel nostro territorio a rilassarsi nelle splendide acque di Porto Cesareo. Orietta Berti non ha bisogno di presentazioni, dal suo primo successo del ‘64 con le canzoni di Suor Sorriso fino ai giorni nostri, continua a mietere successi e consensi conquistando, con la sua splendida voce, la simpatia e l’ironia che la distinguono, il pubblico di tutte le età. Nel corso della sua carriera ha venduto oltre 15 milioni di dischi, ottenendo quattro dischi d’oro, un disco di platino e due d’argento, ha partecipato per ben 11 volte al Festival di Sanremo.
Stasera a Muro presenterà il suo nuovo album in cui sono raccolti cinquant’anni di musica e di grandi successi, nella sua carriera infatti ci sono diversi brani diventati celebri o conosciuti dai giovani di ogni generazione. Parlando del disco la cantante sottolinea: «Sono molto contenta e orgogliosa di questo progetto, un’antologia discografica (un album/cofanetto), composta da 5 compact disc per celebrare i miei primi 50 anni di carriera nel mondo della musica. I primi 4 compact dischi riassumono la mia storia, dal 1965 (quando con il brano “Tu sei quello” vinsi “Un Disco per l’estate”) fino ad oggi, racconto i cambiamenti, le evoluzioni e le collaborazioni che mi hanno portato ad attraversare cinque decenni di carriera nella musica e nel mondo dello spettacolo». Il 5° disco, “Dietro un grande amore”, è tutto nuovo ed è il risultato della collaborazione con un grande interprete e cultore della musica, il maestro Enzo Campagnoli che insieme alla sua Musicanima Symphony Orchestra ha condotto la cantante ad un’esperienza interpretativa dei grandi classici napoletani, creando atmosfere ed emozioni che hanno dato ancora più forza a questi capolavori. In un concerto di circa due ore il pubblico ripercorrerà, insieme a lei, la sua carriera cantando i brani che l’hanno resa celebre come Fin che la barca va del 1970, forse la sua canzone più conosciuta, Tipitipitì, Una bambola blu e Via dei Ciclamini del 1971, che entrano nei primi posti della hit-parade. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 27 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 05:30