Romina con le "mamme coraggio":
«No al depuratore»

Romina con le "mamme coraggio":
«No al depuratore»
Romina Power è arrivata all’appuntamento ieri pomeriggio, sotto la Torre di Colimena, con suo figlio Yari e un cagnolino in braccio. Ad aspettarla c’erano le attiviste del comitato delle donne e mamme di Avetrana con una cinquantina di curiosi che erano stati informati dell’arrivo del suo arrivo.
L’organizzazione è stata dell’ambientalista manduriano, Francesco Di Lauro, che da anni è il contatto pugliese dell’artista americana. Una mossa studiata a tavolino con la stessa Romina che aveva due scopi: incontrare le mamme coraggio e farsi una foto con loro e soprattutto promuovere l’iniziativa che si terrà oggi pomeriggio, la manifestazione unitaria, con corteo di protesta, contro il depuratore sulla costa e contro ogni genere di scarico in mare.
L’ospite illustre, applaudita e venerata più che mai dai suoi numerosi fans e dagli ambientalisti che vedono in lei uno strumento mediatico eccezionale da sfruttare per la causa, ha rilasciato anche della brevi dichiarazioni agli organi di stampa presenti ribadendo in sostanza il contenuto della lettera inviata l’altro ieri al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.
«Il vostro mare è tra i più belli d’Italia ed è un vero delitto rovinarlo», ha detto la cantante girando lo sguardo al mare cristallino che bagnava la sottostante scogliera che fa da base all’antica torre Saracena.
«Ho già detto al vostro presidente – ha proseguito Romina Power – che esistono tanti sistemi più puliti per depurare e soprattutto tanti spazi lontani dalla costa».
Applaudita dalla piccola folla che man mano cresceva di numero, la cantante ha espresso poi solidarietà con le donne coraggiose di Avetrana invitando una di loro a parlare al suo fianco.
La parola è passata alla leader delle mamme coraggio, Mimma Rizziello, che ha supplicato le istituzioni di fermare i lavori già iniziati in zona Urmo Belsito ribadendo la volontà del suo gruppo di andare avanti con tutti i mezzi consentiti «per scongiurare uno scempio ambientale simile».
Ha ripreso la parola Romina. «Il mare della Puglia viene scelto anche dal presidente americano e qualcuno lo vuole rovinare con un depuratore a due passi dal mare». Dopo le foto di rito e i selfie, Romina con il figlio Yari sono stati accompagnati in un locale del centro di Torre Colimena dove le «mamme coraggio» avevano organizzato una sorpresa: una collana donata all’artista.
«Ogni volta che la indosserai penserai a noi e al nostro mare», ha detto la signora Rizzello nel porgergliela. Gli unici politici presenti ieri erano il vicesindaco di Avetrana, Alessandro Scarciglia e la consigliera comunale di Manduria, Sandra Di Cursi. E’ toccato a Scarciglia, alla fine, salutare Romina Power, già cittadina onoraria di Avetrana, e ricordare l’appuntamento di questo pomeriggio quando il popolo del “No al depuratore sulla costa e contro ogni forma di scarico a mare” si riunirà alle 17 in una grande manifestazione organizzata dai comitati, associazioni e movimenti ambientalisti e cittadini di Avetrana e Manduria.
Il raduno è previsto sulla litoranea salentina, marina di Specchiarica, località Quota 13”, davanti al Bar Dalì. Da li partirà un corteo che raggiungerà la zona Urmo dove è previsto il depuratore.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 16 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:45