Violenza sessuale su bambine di 10 anni
in cambio di regalini. Arrestato 51enne

Violenza sessuale su bambine di 10 anni
in cambio di regalini. Arrestato 51enne
Era solito palpeggiare e baciare minorenni, anche ragazzine di 10 anni, in cambio di piccoli regali. Ma dopo alcuni mesi di indagini i poliziotti della squadra mobile, coordinati dal sostituto Antonella De Luca hanno arrestato, su disposizione del gip del Tribunale di Taranto, Paola Incalza, un 51enne tarantino sul quale pesano gravi indizi per violenza sessuale aggravata ed atti sessuali con minorenni.
L’indagine era partita, dopo una segnalazione arrivata al 113, di un medico della Guardia Medica di Taranto, che aveva confidenzialmente appreso da una minore di 10 anni di aver ricevuto le attenzioni sessuali da parte di un uomo che le aveva detto di non riferire a nessuno dei loro incontri.
Una sera dello scorso settembre, dopo essere stata lasciata da sola in compagnia dell’uomo a bordo della sua auto, la piccola ha manifestato uno stato di malessere ed è stata accompagnata da alcuni suoi amici e dallo stesso uomo (che si era insinuato nella comitiva di minori) presso il presidio medico, dove è stata visitata dai sanitari.
Dalle successive dichiarazioni della piccola e di altri minori che come lei sono stati vittime delle stesse attenzioni dell’uomo – strofinamenti e baci –, e grazie all’attività di intercettazione disposta dalla Procura, i poliziotti hanno avuto conferma dei sospetti iniziali. L’uomo, infatti, era solito avvicinare ragazzine assai giovani per poi, dopo averne conquistato la fiducia con piccoli regali, molestarle sessualmente. Sono quattro, almeno, le vittime accertate tra i 10 e i 14 anni.
Nel corso delle indagini sono stati anche acquisiti indizi sui numerosi furti che l’indagato ha commesso in alcuni supermercati sottraendo sistematicamente merce di varia natura e di differente valore.
Il gip ha disposto per l'uomo gli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico. IN caso di mancanza dello stesso, il trasferimento in carcere.










 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 17 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:58