Bimbo muore annegato nella piscina del residence, indagine per omicidio colposo

La piscina dei residence Gli ulivi e Il rifugio a Orosei
Sarà l'inchiesta della Procura di Nuoro a far luce sulla tragedia avvenuta ieri nella piscina di un residence a Orosei, sulla costa orientale della Sardegna, dove è morto un bambino di sette anni di Irgoli (Nuoro), Richard Mulas, rimasto incastrato con la manina in uno dei bocchettoni della piscina. Si indaga per omicidio colposo.

LEGGI ANCHE: Aspirata dal bocchettone della piscina: ragazzina muore a Sperlonga
LEGGI ANCHE: Morgan Miller. «Così è annegata mia figlia. Genitori, attenti alle piscine»


La sostituta procuratrice Ilaria Bradamante, titolare dell'inchiesta, dovrebbe conferire già in mattinata l'incarico al medico legale dell'ospedale San Francesco di Nuoro per l'autopsia sul corpo del piccolo. Ieri la pm, insieme al capitano dei carabinieri della compagnia di Siniscola Andrea Leacche, ha eseguito un primo sopralluogo nel residence e messo sotto sequestro la piscina.




Intanto è shock a Irgoli, il paese della Baronia dove il piccolo Richard viveva insieme al padre e alla madre ecuadorena - che stava lavorando nel residence dove è successa la tragedia - e alla sorella. Il sindaco ha sospeso tutte le manifestazioni e proclamato il lutto cittadino.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 2 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 03-09-2018 18:44
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti