Vacanze in Puglia per il turismo spaziale: negli Usa il futuro è già cominciato

Vacanze in Puglia per il turismo spaziale: negli Usa il futuro è già cominciato
Per la prima volta la Puglia viene proposta come meta turistica per i voli spaziali. Non solo per l’enogastronomia, il mare, il barocco e altro. È stata l’edizione on line del New York Times a riconoscere alla Puglia il ruolo di regione guida per quanto riguarda il turismo spaziale. In particolar modo, il giornale statunitense cita l’aeroporto di Grottaglie destinato, in virtù di un accordo internazionale, a diventare base operativa per i voli spaziali della Virgin Atlantic. Il N.Y.T. indica anche il 2019 come l’anno di esordio per il turismo spaziale made in Puglia. Una previsione piuttosto ottimistica rispetto a quella fatta (2020) quando fu presentato il progetto.
Sono 52 i luoghi del pianeta che rientrano nella prestigiosa selezione dei “52 Places to Go” del New York Times dove quest’anno brillano due regioni italiane: appunto la Puglia, al 18° posto, e la Liguria, al 25°.
 La Puglia è segnalata per le «antiche masserie fortificate, sempre più trasformate in boutique hotel» (in particolare la Masseria Torre Maizza di Savelletri e il Castello di Ugento del XVII secolo) e anche per cultura vinicola millenaria, «iniziata quando i greci piantavano viti dalla loro terra attraverso l’Adriatico». Infine viene segnalato come la crociera italiana di Abercrombie & Kent includa la Puglia e il Parco Nazionale del Gargano. E anche i voli ora sono più facili - sottolinea il quotidiano - con le nuove rotte di Transavia, EasyJet e Air Italy.
Della Liguria, numero 25 della selezione, viene segnalato il Golfo Paradiso, «gemma rara e incontaminata tra l’affascinante Portofino e il porto industriale di Genova»: una tranquilla striscia di costa raramente esplorata dai viaggiatori nella regione secondo i redattori di viaggi d’oltreoceano.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 11 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento: 19:25