Uccide il rivale a colpi di forbici e poi fugge: arrestato in treno

Uccide il rivale a colpi di forbici e poi fugge: arrestato in treno
BARLETTA - Il 38enne romeno Constantino Menolache, bloccato a Foggia mentre tentava di fuggire in treno, ha confessato di aver ucciso durante un violento litigio, avvenuto per strada a Barletta, il connazionale Costel Ciocaranu, 41enne, colpito al collo con un paio di forbici. L’uomo, con precedenti penali per reati contro la persona, si trova attualmente in stato di fermo nel carcere di Trani con l’accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. Il 38enne è stato identificato grazie alle testimonianze raccolte e alla visione delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza. È stato rintracciato mentre tentava la fuga a bordo di un treno regionale in direzione Foggia. Nel suo bagaglio sono stati trovati una maglietta, scarpe e un paio di forbici macchiati di sangue. La vittima è stata aggredita all’alba di ieri vicino al vecchio ospedale di Barletta, a circa 500 metri dalla stazione ferroviaria. Il giorno prima, come documentato dai video acquisiti, i due avevano avuto un violento litigio. Le indagini della Squadra Mobile, coordinate dal pm di Trani Slvia Curione, hanno consentito di identificare e rintracciare l’omicida in poche ore e i colleghi della polizia ferroviaria lo hanno bloccato a bordo del treno una volta giunto alla stazione di Foggia. Portato in commissariato e sottoposto a lungo interrogatorio, ha infine confessato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 19 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:23