Rapporti con la 'Ndrangheta: poliziotto brindisino arrestato a Milano

Rapporti con la 'Ndrangheta: poliziotto brindisino arrestato a Milano
Un sovrintendente brindisino di 44 anni, in servizio presso il commissariato di polizia di Comasina (Milano) è stato arrestato mercoledì scorso dai suoi colleghi della Mobile nell’ambito dell’operazione “Red Carpets”, coordinata dalla Dda, perché risulta colluso con un’organizzazione criminale vicina alla Ndrangheta che gestiva le piazze di spaccio del nord milanese. Secondo quanto emerso nelle indagini, Roberto D’Agnano, questo il suo nome, veniva pagato mille euro al mese dai trafficanti di droga di Bruzzano e Comasina per garantire soffiate e collaborazione. Ma non bastava, secondo l’accusa il brindisino otteneva anche partite di cocaina da smerciare, serate in discoteca, prestiti facili, weekend al lago.
Insieme al 44enne sono indagati un ispettore ed un agente dello stesso commissariato ed altri 20 pregiudicati della zona con cui, soprattutto D’Agnano, aveva rapporti da lunga data: è stato accertato che per 7-8 anni le sue frequentazioni erano state quotidiane, dopo che per 15 anni aveva lavorato sulle Volanti del commissariato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 12 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:55