"Cacciatori Puglia", il nuovo reparto dei carabinieri per il controllo del territorio

"Cacciatori Puglia", il nuovo reparto dei carabinieri per il controllo del territorio
Nasce lo Squadrone Carabinieri Eliportato “Cacciatori Puglia”, un nuovo reparto dell’Arma pensato per una capillare azione di controllo del territorio mediante perlustrazioni e appiattamenti, battute e rastrellamenti, posti di blocco, posti di ascolto e controllo, vigilanza e pattugliamenti eliportati, ricerca di catturandi.
La cerimonia dell’istituzione di “Cacciatori Puglia” si è svolta stamani a Vico del Gargano, presso il distaccamento dell’Aeronautica Militare di contrada Jacotenente. La cerimonia si è svolta alla presenza del ministro della Difesa Elisabetta Trenta, del capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, gen. di Squadra Aerea, Enzo Vecciarelli e del comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Giovanni Nistri.
Il nuovo reparto viene istituito in Puglia, su autorizzazione del ministero della Difesa, dal Comando Generale dell’Arma, sulla base di esperienze già maturate in Sardegna, Calabria e, dal 13 maggio 2017, in Sicilia. Potrà essere impiegato in attività di contrasto al traffico e alla produzione di sostanze stupefacenti, con particolare riferimento alle coltivazioni di piantagioni in aree isolate, e di supporto ai reparti speciali che operano in materia ambientale. Inoltre, per particolari esigenze operative o particolari situazioni di emergenza, lo Squadrone Carabinieri Eliportato potrà concorrere ad integrare temporaneamente il dispositivo dell’Arma in altre Regioni e a rafforzare i servizi svolti dai Comandi territoriali. Potrà anche intervenire in operazioni di soccorso in caso di pubbliche calamità, come primo e tempestivo intervento, e nelle attività di ricerca e soccorso di persone disperse in zone impervie.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 5 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:02