Rotte e buttate via come spazzatura. Ecco come i vandali trattano le oBike a Lecce
Il Comune: «Vandalizzati 50 mezzi»

La stragrande maggioranza dei leccesi, ma anche i turisti, ha accolto la novità con soddisfazione e spirito di collaborazione. Ma i vandali non vanno mai in vacanza e quindi anche per le bici di oBike, il nuovo servizio messo a disposizione dal Comune, la vita si è fatta dura. Durissima a vedere le immagini postate ieri sul gruppo Facebook "Vivere Lecce" da una cittadina che è incappata in una sorta di discarica di biciclette. Nuove, ma già ridotte quasi a rottami dagli incivili che non hanno alcun rispetto per la cosa pubblica. Le foto, postate su Facebook,  mostrano le bici abbandonate, gettate come fossero spazzatura (e a Lecce, ovviamente, in questo modo non si può gettare nemmeno la spazzatura) nel nuovo parco della zona 167, anch'esso più volte teatro di raid teppistici.
 

Il servizio di oBike, bici pubbliche che chiunque può utilizzare dopo essersi registrato e dopo aver scaricato sullo smartphone l'app dedicata, sta ottenendo un buon successo, tanto che molti cittadini ne hanno chiesto il potenziamento.
Prima di Lecce erano state altre città a sperimentarlo. E altri vandali. Come a Milano, dove tempo fa si scoprì che decine di biciclette pubbliche erano state gettate nei navigli.

Il Comune, intanto, fa sapere che dall'inizio del servizio sono stati 50 i mezzi vandalizzati. Sono state recuperate stamattina le due oBike abbandonate all'interno di una vasca del parco Melissa Bassi, segnalate da una cittadina sui social network. La denuncia ha consentito agli operatori della “Ciclofficina Popolare Knos”, addetti per oBike al recupero e alla manutenzione delle biciclette pubbliche danneggiate, di localizzare correttamente i veicoli e di porre rimedio a questo doppio atto di vandalismo, ai danni del servizio di bike sharing e anche del decoro del parco comunale.
 
Il Comune rende noto anche i dati sui danni: «Dall'inizio della graduale entrata in vigore del servizio di bike sharing free floatingsono state circa 50 le biciclette che hanno subito gravi danni a causa di atti vandalici su un totale di 700 biciclette per ora disponibili nel perimetro del centro urbano. Secondo gli ultimi dati disponibili, alla metà di agosto il servizio aveva coinvolto a Lecce circa 2431 utenti, con 16.113 “viaggi” e una media di 322 corse giornaliere. Ulteriori aggiornamenti sull’utilizzo sono stati richiesti dal Comune all’azienda e saranno presto disponibili».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 11 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:13