Renzi congela le dimissioni, l'irritazione di Gentiloni. Tra i dem scoppia la rivolta

Renzi e Gentiloni (lapresse)
Non poteva finire peggio. Il crollo del Pd, la dimissioni fantasma di Matteo Renzi, le accuse del segretario a Sergio Mattarella e a Paolo Gentiloni rei di avergli impedito di andare alle elezioni l'anno scorso, il no a un governo con i Cinquestelle, innescano la bagarre. Tutti contro tutti. E tutti in armi. Con i big del partito che tagliano i ponti con il segretario. E' una giornata buia per il Partito democratico. E non solo perché in meno di 4 anni i consensi si sono dimezzati: dal 40% delle europee al 18% di ieri....
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 6 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:52
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti