“Bufala xylella”, il commissario Ue risponde a Grillo. Mozione bipartisan in Consiglio regionale: «Denunciamo il comico»

LECCE - Anche il commissario europeo per la sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis, e il comitato fitosanitario sono dovuti intervenire per smentire il comico Beppe Grillo, che dal suo blog aveva bollato la xylella come una “bufala gigantesca” (la notizia): «Leggo oggi sul blog di Beppe Grillo “nessun legame scientifico tra ulivi e xylella”. Flashback nella mia mente: luglio 2015, in piedi in un campo di ulivi morenti in Puglia. Straziante davvero. La Xylella è una grave malattia vegetale che uccide gli olivi. Zero fake news. Mi spiace amico», la risposta del commissario europeo alla salute e alla sicurezza alimentare.

E intanto un gruppo di consiglieri regionali è pronto a trascinare il fondatore dei Cinque stelle in tribunale: «La Xylella è una bufala? Denunciamo il garante del M5s Belle Grillo per pubblicazione o diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l'ordine pubblico”, annuncia il presidente della Commissione Bilancio del Consiglio regionale della Puglia, Fabiano Amati, firmatario di una mozione presentata oggi in IV Commissione e sottoscritta insieme ai consiglieri regionali di maggioranza e opposizione Donato Pentassuglia, Ernesto Abaterusso, Ruggiero Mennea, Francesca Franzoso, Renato Perrini, Mauro Vizzino e Giuseppe Turco. «Chiediamo che il Consiglio regionale dia mandato al presidente Emiliano di verificare con l'Avvocatura la sussistenza del reato di cui all'articolo 656 del codice penale, o altro ravvisabile, così da esporre i fatti alla Procura della Repubblica competente, per poi costituire la Regione Puglia nel giudizio penale ed ottenere il risarcimento di tutti i danni», l'istanza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 3 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:21