Ilva, sit in in piazza dei cittadini: «Il Governo rispetti i patti»

Ilva, sit in in piazza dei cittadini: «Il Governo rispetti i patti»
Cittadini in piazza, a Taranto,  per chiedere al ministro Di Maio e al Governo di «tenere fede alle promesse elettorali sottoscritte nel Contratto di governo con la Lega che prevede la chiusura delle fonti inquinanti». Singoli cittadini di Taranto, sostenuti da associazioni, medici e comitati, si sono organizzati per un sit-in (24 ore no-stop) in piazza della Vittoria, a partire dalle 18 di domani. L’iniziativa nasce «alla luce delle ultime dichiarazioni del Governo che - in piena continuità con i governi precedenti - intende cedere l’Ilva al gruppo ArcelorMittal condannando, di fatto, Taranto ad almeno altri 10 anni di inquinamento, malattia e morte» In piazza «per una 24 ore di dibattito e sensibilizzazione sulle criticità sanitarie ed ambientali - aggiungono cittadini e associazioni - accanto a proposte che, partendo dalla chiusura del siderurgico, prevedono la decontaminazione e la bonifica ad opera degli attuali lavoratori Ilva, in una nuova prospettiva di riconversione economica dell’intero territorio
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 5 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:33