Prima il caffè poi la rapina: presa coppia di rapinatori
per i colpi usavano la loro auto

Prima passavano a prendere un caffè e a chiedere informazioni fingendosi clienti, poi mettevano a segno il colpo utilizzando la loro stessa auto. I Bonnie e Clyde del basso Salento hanno lasciato parecchie tracce che nel giro di pochi giorni hanno permesso agli investigatori di individuarli.
La compagnia Carabinieri di Tricase e quella di Casarano, all’alba di oggi, hanno infatti eseguito due misure cautelari nei loro confronti con l’accusa di rapina in concorso pluriaggravata.
 
I due sono Orazio Rocco Valente di 52 anni e Annamaria Gaetani di 53, entrambi di Ugento. Nello scorso mese di gennaio si erano resi autori di almeno due rapine a Miggiano e Presicce perpetrate a distanza di poche ore l’una dall’altra. In entrambi i casi hanno agito a bordo di una Lancia "Lybra", da cui il nome dell'operazione. L'auto è stata poi data alle fiamme nel tentativo di far perdere le tracce.
Tuttavia i due si erano fatti notare per alcune domande sospette ai proprietari di alcuni locali, come nel caso della tabaccaia di Presicce che in buona fede aveva parlato delle sue abitudini ed era stata attesa all'apertura dell'attività, all'alba, e a cui avevano strappato la borsetta contenente i gratta e vinci.

Le indagini congiunte dei due comandi hanno consentito di raccogliere elementi tali da consentire l’emissione delle misure cautelari della custodia in carcere per l’uomo e degli arresti domiciliari per la donna. Mentre si indaga per capire se i due si siano resi responsabili anche di altri colpi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 2 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:48