Sul bus in arrivo da Roma con sei chili di "Maria": arrestato 20enne

Carabinieri
Sembrava un normale turista, zaino in spalle, rientrato nel Salento dopo un viaggio in bus da Roma. Ma qualcosa nel suo atteggiamento ha tradito nervosismo e così i carabinieri del Norm della compagnia di Lecce, che in questi giorni hanno intensificato i controlli antidroga e che ieri sera erano impegnati in un servizio al terminal degli autobus di piazzale Carmelo Bene (ex Foro Boario), hanno deciso di fare un controllo più approfondito.

E ci avevano visto giusto: al posto di souvenir e bianchieria, all'interno del borsone Victor Best Ewanfoh, nigeriano di 20 anni residente a Castrignano del Capo, aveva poco più di sei chili di marijuana, suddivisa in quattro incolucri di cellophane da circa 1,5 chili ciascuno. Il giovane è stato arresto in flagranza e accompagnato in carcere a Lecce. I carabinieri continuano però le loro indagini per cercare di capire da dove provenisse la droga e soprattutto a quale mercato fosse destinata. Le indagini punteranno anche a comprendere che ruolo giocasse il 20enne arrestato: con ogni probabilità si tratta solo di un corriere utilizzato per il trasferimento della droga dalla Capitale al Salento.

E sempre ieri sera, i militari dell'Aliquota operativa della compagnia di Lecce hanno trovato, ben nascosti sotto alcune pietre in un'area agricola di San Cesario, tre involucri di cellophane contenenti complessivamente 22,65 grammi di cocaina, con ogni probabilità nascosi lì per essere poi prelevati e venduti più tardi. La droga è stata sequestrata mentre le indagini puntano a capire chi l'avesse nascosta in quel muretto.

Infine a Galatone i carabinieri della stazione locale hanno trovato, nascoste tra le mura del castello di Fulcignano, sei piantine marijuana. Anche in questo caso s'indaga per individuare chi le aveva piantate.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 11 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:53