In contromano con l'autocarro rubato
Poi aggredisce un carabiniere

In contromano con l'autocarro rubato
Poi aggredisce un carabiniere
Ruba un autocarro, fugge in contromano e poi a piedi nelle campagne ma alla fine viene raggiunto e arrestato dai carabinieri per ricettazione, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Notte movimentata sulla statale 100 all'altezza di Mottola dove una pattuglia della Compagnia di Massafra si trovava per un servizio di prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio.
Proprio mentre si trovavano a un posto di blocco hanno notato un autocarro Fiat Doblò con a bordo Angelo Raffaele Natuzzi, 48enne di Santeramo in Colle. L'uomo, alla vista dei militari, improvvisamente accelerava con il mezzo. Iniziava un inseguimento del veicolo e il Natuzzi per tutta risposta, per sottrarsi al controllo, dopo aver imboccato contro mano un raccordo stradale, abbandonava il mezzo e, approfittando dell’oscurità, tentava di dileguarsi a piedi nelle campagne circostanti, venendo prontamente inseguito da un carabiniere, il quale, dopo aver percorso un lungo tragitto attraverso la macchia mediterranea, riusciva ad individuare e bloccare il fuggitivo che per guadagnare la fuga opponeva resistenza e violenza al militare.
I successivi accertamenti consentivano  di rinvenire all’interno dell’’autocarro in uso al 48enne, risultato oggetto di furto avvenuto a marzo a Putignano, materiale vario di provenienza furtiva. Così il Natuzzi veniva dichiarato in stato di arresto per violenza e resistenza e per ricettazione e, al termine delle formalità di rito, su disposizione del pm di turno  Antonella De Luca, tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 17 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:21